Via Cesare Battisti, 3, 35121 Padova
info@kalerga.com

+393273626638

Il filler per la vulva: un'alternativa non chirurgica alla labioplastica

L’impiego dell’acido ialuronico per modificare la forma della vulva è diventato una delle procedure di ringiovanimento vaginale più gettonate.

Riconquistare fiducia in se stesse e rinvigorire la passione nell’intimità sono tra i motivi che spingono molte donne a considerare le procedure di ringiovanimento delle proprie parti intime con tecniche non invasive.  In questo articolo, esploreremo cos’è esattamente il filler vulvare, perché è considerato un’alternativa valida alla labioplastica, per chi è indicato e tutti i dettagli medici necessari per affrontare con serenità questa procedura.

Cos’è il Filler Vulvare?

Il filler vulvare è un trattamento estetico non invasivo che utilizza iniezioni di filler a base di acido ialuronico per migliorare l’aspetto estetico della vulva. Questo tipo di filler è progettato per aumentare il volume e migliorare così la forma delle labbra esterne (o grandi labbra), riducendo eventuali irregolarità o asimmetrie.

L’acido ialuronico è una sostanza naturalmente presente nel corpo umano, che contribuisce a mantenere la pelle idratata e voluminosa. Utilizzando filler a base di acido ialuronico, è possibile ottenere risultati naturali e duraturi senza la necessità di interventi chirurgici invasivi.

Perché si usa il filler di acido ialuronico per la vulva?

In Kalèrga siamo grandi fan dell’acido ialuronico, una sostanza molto sicura e versatile che impieghiamo con successo per filler labbra, contouring del viso, rinofiller e molti altri interventi estetici non invasivi.

L’acido ialuronico è una sostanza naturale presente nel corpo umano, principalmente nella pelle, nei tessuti connettivi e nelle articolazioni. È responsabile di mantenere la pelle idratata e voluminosa, fornendo sostegno e struttura ai tessuti.

Nel filler vulvare, l’acido ialuronico viene utilizzato come principio attivo per aumentare il volume e migliorare l’aspetto estetico delle labbra esterne (o grandi labbra). Il processo di utilizzo dell’acido ialuronico nei filler vulvari è relativamente semplice ma efficace.

Quando il filler a base di acido ialuronico viene iniettato nelle labbra esterne, agisce come un’ancora idratante, attirando e trattenendo l’acqua nelle cellule della pelle. Questo processo di idratazione contribuisce a migliorare l’elasticità della vulva, conferendo loro un aspetto più giovane.

Inoltre, l’acido ialuronico stimola la produzione di collagene e elastina, due proteine fondamentali per la salute e la giovinezza della pelle. Questo effetto stimolante del collagene aiuta a rafforzare la struttura della pelle e a migliorarne la texture e l’elasticità nel tempo.

Un’altra caratteristica importante dell’acido ialuronico nei filler vulvari è la sua capacità di essere completamente biocompatibile e biodegradabile. Ciò significa che il corpo umano riconosce e metabolizza naturalmente l’acido ialuronico nel tempo, riducendo così il rischio di reazioni avverse o complicazioni.

Il filler vulvare come alternativa alla labioplastica

La labioplastica è un intervento chirurgico invasivo che comporta la rimozione chirurgica del tessuto eccessivo dalle labbra esterne. Sebbene la labioplastica possa essere efficace nel ridurre le dimensioni e migliorare l’aspetto delle labbra esterne, comporta anche rischi e tempi di recupero significativi.

Il filler vulvare offre un’alternativa meno invasiva alla labioplastica, consentendo di ottenere risultati simili senza la necessità di interventi chirurgici. 

Inoltre, il filler vulvare è completamente reversibile, il che significa che se non si è soddisfatti dei risultati, è possibile rimuovere il filler in qualsiasi momento. Questa flessibilità aggiuntiva offre un ulteriore vantaggio rispetto alla labioplastica, che è un intervento permanente.

Come interviene il filler

Per l’area genitale femminile, si può intervenire con due impieghi diversi dell’acido ialuronico:

Il primo tipo è destinato a migliorare i sintomi associati all’ipotrofia cutanea e mucosa, quali secchezza, dispareunia (dolore durante i rapporti sessuali) o prurito. Viene delicatamente infiltrato per idratare l’area e migliorare il trofismo della mucosa e della pelle.

Il secondo tipo di filler è pensato per perfezionare l’estetica delle grandi labbra, del monte di Venere e per trattare cicatrici atrofiche e/o depresse, ad esempio quelle risultanti da un episiotomia.

Quanto dura il filler vaginale?

La durata dell’effetto correttivo può oscillare tra i 6 e i 12 mesi, poiché l’acido ialuronico viene gradualmente riassorbito. Questa variazione dipende da diversi fattori, tra cui le caratteristiche chimiche del prodotto utilizzato, le condizioni iniziali dell’area trattata, il tipo di pelle e persino lo stile di vita della donna.